Conservativa

La Conservativa è la branca dell’odontoiatria che si occupa di:

· DIAGNOSI                                 
· PREVENZIONE
· TERAPIA  delle lesioni congenite (ipoplasia dello smalto) e acquisite (carie, erosione acida, usura meccanica)                                             

Il FINE ultimo di questa branca è CONSERVARE quanto più possibile del dente naturale poichè
il risparmio biologico permette di rimandare il più possibile interventi complessi di protesi convenzionale.

La MINIMA INVASIVITA’ è perseguita attraverso l’utilizzo di SISTEMI di INGRANDIMENTO.
La DURATA dei restauri è perseguita attraverso l’utilizzo di MATERIALI ALTAMENTE PERFORMANTI e DIGA di GOMMA


Conservativa diretta
Nei denti affetti da carie di estensione minima o media eseguiamo terapie restaurative “dirette”, che prevedono la rimozione del tessuto danneggiato e la ricostruzione del dente in un’unica seduta

Conservativa indiretta
Nei denti affetti da carie di notevole estensione, eseguiamo terapie" indirette" attraverso una prima seduta operativa in cui si prepara il dente e si rileva un’impronta della cavità. Quindi l’odontotecnico produrrà in laboratorio il manufatto (intarsio) verrà cementato, con tecniche adesive, in una seduta successiva.
Il vantaggio di questa tecnica consiste nel ripristino anatomico, meccanico ed estetico anche in quelle situazioni in cui si sia verificata una notevole perdita di struttura dentale.

Odontoiatria intercettiva e sigillature
La PREVENZIONE dell’insorgenza di carie nei pazienti particolarmente esposti al rischio è oggi possibile tramite terapie non invasive che mirano alla sigillatura di solchi e fessure.